Il Diavolo

Nella Bibbia il Diavolo in veste di serpente invita Adamo ed Eva a cibarsi del frutto della conoscenza. Essi fino a quel momento non avevano mai conosciuto nulla della vita, e se fossero rimasti un quel luogo mai l’avrebbero fatto. possiamo immaginare che fossero due anime non incarnate poiché solo con l’uscita dal Paradiso si aprì per loro la conoscenza del parto e del lavoro. Dunque il Diavolo offre loro la possibilità di scegliere se incarnarsi o meno. Se Dio non avesse voluto avrebbe potuto ovviamente impedirlo in qualsiasi momento. Dio disse “ecco l’uomo è diventato uno di noi” dunque da quel momento in poi l’uomo divenne come Dio ovvero come colui che aveva dato materia ai pensieri. Da ora in poi l’uomo avrebbe generato la vita. Per poter vivere occorre un passaggio energetico che è reso possibile dalla presenza di due polarità opposte, il Diavolo è la seconda polarità senza la quale saremmo ancora anime non incarnate, non a caso egli si trova dopo l’angelo di Temperanza. Il Diavolo è il libero arbitrio che rende libero l’uomo di vivere come meglio crede la propria vita. E poiché nei Tarocchi si tratta di un archetipo, in esso è presente anche la difficoltà di accettare il libero arbitrio proprio e degli altri, ecco allora che nel diavolo possiamo riconoscere anche aspetti manipolatori, creazioni di paure immobilizzanti. Cosa accade se si tenta di fermare il flusso vitale? Che esso per proseguire devia dal sui percorso. ogni volta che si tenta di impedire il normale flusso della vita creiamo una devianza. non è il Diavolo ad essere deviato: ogni volta che lo castriamo creiamo una devianza. appena incontriamo in noi l’angelo di Temperanza troviamo anche il diavolo, solo così possiamo essere veramente liberi di compiere il nostro cammino di vIta. nella casa Dio troviamo due individui che cadono dalla sommità della torre verso la terra, il suo archetipo si muove tra il senso di perdita, di rancore e di caduta e la capacità di creare sulla terra nel il momento in cui capiamo che siamo parte di un Tutto creatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *