Due parole sul significato del numero

Il Tarocco è uno strumento che rende intuibile il significato dei numeri. Le grandi scuole antiche come quella Pitagorica o come la Cabala usavano i numeri in due modi ben distinti fra loro:
– come quantità ed è ciò che fa quotidianamente la nostra civiltà,
– come qualità che invece fa parte di ciò che oggi definiamo esoterismo.
Il numero inteso come qualità, da solo può descrivere il mondo, non si tratta di misurarlo ma di descriverlo un ogni sua parte. Gli Arcani Maggiori che sono composti da 22 numeri recanti ciascuno una immagine rappresentano la descrizione dell’uomo nella sua dimensione di personalità, inconscio ed inconscio collettivo ma anche di corpo, anima e spirito. Il Matto che non reca alcun numero è il Tutto, origine e fine di noi stessi.
In noi queste qualità, questi archetipi, sono presenti ed espressi in modo personale, la diversa relazione fra loro ci rende assolutamente originali nella nostra manifestazione. Per comprendere in che modo ciascuno di noi esprime le sue 22 qualità si utilizza il Mandala evolutivo, ovvero uno schema che contiene i 22 Arcani disposti secondo il calcolo della data di nascita e il nome e cognome (quest’ultimo con il sistema della gematria). Ecco quindi che il risultato sarà un’immagine tarologica di noi stessi, che potremo andare a scoprire, e giocando con essa sarà possibile modificare antichi schemi limitanti di comportamento e pensiero.
Così come l’astrologia utilizza gli archetipi presenti nei pianeti, qui si mettono in relazione gli archetipi degli Arcani maggiori con il vantaggio che il disegno riportato in ogni arcano rende intuibile anche ad un neofita il significato che esso riveste nella sua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *